27 luglio 2012

ELDORADO - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla


ELDORADO di Simone Morana Cyla © 2012

 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

17 luglio 2012

THE PRISONER - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla


THE PRISONER by Simone Morana Cyla © 2012
 
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.
 
 
 
IL PRIGIONIERO (Poesia di Simone Morana Cyla)


È il grido di questa mia anima
che piange senza far rumore
è coperta dalla ruggine
non emana più calore.

Anoressica di vita
sembra ingorda di tristezza
cavalca il mio dolore
amplificando l'amarezza.

Al mio fianco una finestra
là fuori c'è chi corre
è strana la visione
quando si è dietro le sbarre.

L'involucro è ferito
ed ogni giorno perdo anni
lo specchio che ho davanti
evidenzia solo i danni.

Il momento del giudizio
si fa sempre più vicino
le lacrime nascondo
mentre faccio il triste inchino.

Mi stringo fra le braccia
per cercare un po' di affetto
raccolgo briciole di luce
e nel silenzio aspetto.
 
 

08 luglio 2012

IPERURANIO - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

IPERURANIO di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


L'Iperuranio è un concetto proprio di Platone espresso nel Fedro.
Secondo Platone l'Iperuranio è quella zona al di là del cielo (da cui il nome) dove risiedono le idee. Dunque l'iperuranio è quel mondo oltre la volta celeste che è sempre esistito in cui vi sono le idee immutabili e perfette, raggiungibile solo dall'intelletto, non tangibile dagli enti terreni e corruttibili. È importante notare che nella visione classica la volta celeste rappresentasse il limite estremo del luogo fisico: la definizione di "oltre la volta celeste", dunque, porta l'iperuranio in una dimensione metafisica, aspaziale ed atemporale e, dunque, puramente spirituale.

Simone Morana Cyla

LA BALLERINA - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

LA BALLERINA di Simone Morana Cyla © 2012

 Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.



LA BALLERINA (Poesia di Simone Morana Cyla)

Negli occhi di una donna
cadon gocce di ricordi
Il miele e poi il veleno
te ne accorgesti tardi

C'è un angelo che guida
le tue ipnotiche movenze
nella sinfonia di un dramma
dalle flebili speranze

Darò voce alla tua danza
mia libellula armoniosa
i tuoi sbagli erano il cibo
di una vita rancorosa

Parabole e volteggi
ora sei il gioco degli dei
sei magicamente musica
nei vuoti giorni miei

Ti trasformasti in nube
di stelle scintillanti
ad ogni passo un volo
in un cielo di diamanti

Pubblicata in esclusiva sul sito Scrivere.info

-->

07 luglio 2012

THE DODECAHEDRON - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

THE DODECAHEDRON di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


In geometria solida il dodecaedro è un poliedro con dodici facce. Generalmente con questo termine si intende però il dodecaedro regolare: nel dodecaedro regolare le facce sono pentagoni regolari che si incontrano in ogni vertice a gruppi di tre.
Come gli altri solidi platonici, il dodecaedro è stato oggetto di studio dei filosofi fin dall'antichità. Fra questi, Pitagora e Platone. Quest'ultimo, nel Timeo, associò ad ognuno dei 5 solidi platonici un elemento: dopo il fuoco, la terra, l'aria e l'acqua, al dodecaedro fu assegnata l'"etere" o "quintessenza" che componeva i corpi celesti e l'anima. Secondo il filosofo, il cosmo aveva la forma del dodecaedro.

06 luglio 2012

THE RED ROOM - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

THE RED ROOM di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


LA BESTIA  (Poesia di Simone Morana Cyla)

Sulle fragole c'è ancora
Il morso di quel diavolo
la bestia che ti ha preso
quando eri sullo scivolo

Le sue promesse gelide
ti cambiarono il percorso
l'ingenuità di un bimbo
è così che sei scomparso

Candida innocenza
priva d'ali per volare
soffocata da quel fato
a cui è impossibile scappare

Sudicia la bestia
tagliava la tua infanzia
schizofrenica la notte
di agonia e sevizia

Un brivido di freddo
imperante l'impotenza
sentirsi come inutili
davanti a questa prepotenza.

Pubblicata in esclusiva sul sito Scrivere.info

THE HOLE - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

THE HOLE di Simone Morana Cyla © 2012

  Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

ATHENA'S REVOLUTION - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla


ATHENA'S REVOLUTION di Simone Morana Cyla © 2012


 Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


 Nella mitologia greca, Atena, figlia di Zeus e della sua prima moglie Metide, era la dea della sapienza, della saggezza, della tessitura, dell'artigianato e degli aspetti più nobili della Guerra (come ad esempio una guerra difensiva o fatta per giusta causa), mentre la violenza e la crudeltà rientravano nel dominio di Ares. La sapienza rappresentata da Atena comprende le conoscenze tecniche usate nella tessitura e nell'arte di lavorare i metalli. I suoi simboli sacri erano la civetta e l'ulivo. In tempo di pace gli uomini la veneravano poiché a lei erano dovute le invenzioni di tecnologie agricole, navali e tessili, mentre in tempo di guerra, fra coloro che la invocavano, aiutava solo chi combatteva con l'astuzia (Metis) propria di personaggi come Odisseo.

THE MYSTERY OF THE OWL - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla


THE MYSTERY OF THE OWL di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Significato e simbologia del Gufo
 
Il gufo, insieme alla civetta, rappresentano la chiaroveggenza, associati spesso a maghi e indovini, simboleggiando la comprensione, la luce dopo la soluzione di un problema. Essendo animali notturni, i gufi evocano l’oscurità come sinonimo di tenebre e di morte ma, mentre la civetta, con il suo sguardo acuto penetra il buio, personificando la luce come uscita dalla tenebre indicando la rivelazione, al gufo spetta un significato negativo, come uccello del malaugurio, annunciatore di morte. Infatti troviamo un riscontro di questo significato positivo della civetta nella mitologia antica. Il geroglifico egiziano della civetta simboleggiava la morte, la notte e la passività, e anche indicava il sole al di sotto dell’orizzonte quando si tuffava nel mare per lasciare il posto all’oscurità. Nella mitologia degli aztechi la civetta caratterizzava Techolotl il dio dell’oltretomba. Nella mitologia greca e romana la civetta era sacra alla dea della sapienza Atena-Minerva.
 
FONTE www.mitiemisteri.it
 

04 luglio 2012

THE SUN AFTER THE EARTHQUAKE - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

THE SUN AFTER THE EARTHQUAKE di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


AI TERREMOTATI DELL'EMILIA

Trema la Terra
un urlo di paura
si apre fra spaccati di dolore
nel fragile incedere
di una realtà distrutta
da secondi di terrore.
Siamo foglie scosse
da un giorno di tempesta
umili lacrime ferme
sull'orlo di un perchè
mentre la notte scende
in un silenzio irreale.
Tragiche morti
hanno segnato questo giorno di storia,
mentre si attendono risposte
nell'amara certezza
di un passato che non ritorna
come un sorriso perso per sempre
nella polvere di una realtà
che ha rubato i loro cuori.

Poesia di Maxilpoeta (Genova)

03 luglio 2012

PIGALLE - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

PIGALLE di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


Pigalle è una zona di Parigi attorno a Place Pigalle, sul confine tra il IX e il XVIII arrondissements, che prende il nome dallo scultore Jean-Baptiste Pigalle (1714–1785). La zona è famosa per essere un quartiere a luci rosse, con molti toy shop in Place Pigalle e nei principali boulevard, e prostitute che operano nelle strade laterali. La reputazione licenziosa del quartiere portò, durante la seconda guerra mondiale, al soprannome Pig Alley (Vicolo dei maiali, in inglese), da parte dei soldati alleati che vi si recavano in cerca di divertimento.

Simone Morana Cyla


ARBEIT MACHT FREI - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla


ARBEIT MACHT FREI di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.





Un dipinto intenso e commovente per non dimenticare una delle pagine più brutte della nostra storia.

Arbeit macht frei (che in tedesco significa: "Il lavoro rende liberi") era il messaggio di benvenuto posto all'ingresso di numerosi campi di concentramento nazisti durante la seconda guerra mondiale.

La scritta assunse nel tempo un forte significato simbolico, essendo in grado di riassumere in sé tutta la menzogna, la crudeltà e la barbarie dei campi di concentramento nazisti, nei quali i lavori forzati, la condizione di privazione inumana dei prigionieri e soprattutto il destino finale di morte, stridevano con grottesca ironia rispetto all'apparente candore etico del motto.

Simone Morana Cyla

02 luglio 2012

AKHENATON - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

AKHENATON di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.



Akhenaton fu un faraone della XVIII dinastia del Nuovo Regno, che si fece nominare così  per dare una svolta alla sua vita, ma il suo vero nome fu Amenofi IV.
A lui è attribuita una rivoluzione in campo religioso, perché abolì il culto del dio Ammone e assunse il nome del dio Aton, cioè il dio Sole, identificandosi in lui.
Dopo aver imposto il culto di questa divinità, il faraone trasferì la capitale da Tebe ad Akhetaton, che divenne il centro del nuovo culto.
La riforma religiosa di Amenofi ebbe conseguenze sull'arte egizia, che passò da una forma rituale stilizzata a una rappresentazione di carattere più naturalistico, e sulla letteratura religiosa, che conobbe un nuovo sviluppo. Il fiorire di questa nuova cultura tuttavia ebbe fine con la morte del faraone.

Simone Morana Cyla

01 luglio 2012

FLAMES OF FLAMENCO - Dipinto Digitale di Simone Morana Cyla

FLAMES OF FLAMENCO di Simone Morana Cyla © 2012

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.




PASION FLAMENCO


rosso come la passione
rosso come il flamenco

un'emozione antica che scorre nelle vene

e il cadenzare dei piedi incessante
che segna il tempo e riempie i vuoti

e il silenzio che diventa suono
invade l'aria di fuoco e magia

e la terra che diventa la nostra anima
e la nostra anima che diventa carne

tutti in questo vortice
a sudare gocce di pura vita

la vita di noi uomini sognanti.

Poesia di Cappeos

Simone Morana Cyla